Archivio mensile:aprile 2017

Un cazzo nero per la troia asiatica

Sono un ragazzo americano che vive in Italia da diversi anni per via dei miei genitori che si sono dovuti trasferire per lavoro, mio padre gestisce una grande azienda, io mi sono appena laureato in economia e sto per sistemarmi.
La mia vita lavorativa e familiare va bene, nonostante io sia di colore, mi sono trovato molto bene, non è vero quello che si dice, c’è molta voglia di convivere tra razze con rispetto ed io sono subito stato ben accetto da tutti.

In realtà il mio essere di colore ha incuriosito soprattutto le ragazze, avete presente quel luogo comune in cui noi avremmo il pene più grosso? Non è sempre così in effetti, ma rientro in quei casi, l’ho sempre avuto abbastanza grande e questo mi ha portato ad avere un sacco di ragazze, quelle incontentabili.
Una sera sono uscito con una ragazza che ha convinto una sua amica a fare una cosa a tre, siamo andati nel mio appartamento e le ho viste letteralmente fiondarsi verso il mio cazzo per succhiarlo e prenderlo in bocca, nessuno delle due riuscivo a prenderlo tutto.
Continua la lettura di Un cazzo nero per la troia asiatica

Moglie tradisce la sorella lesbica

Fabiana è la sorella di mio marito, una donna bella e sensuale, sembra quasi una signora di altri tempi, uscita da uno di quei film anni 50, insomma semplicemente perfetta.
Lo dico perché solitamente tra donne c’è competizione, invece devo riconoscere che obiettivamente è una donna stupenda, ma nonostante i suoi quarant’anni e il suo bell’aspetto non ha trovato un uomo.

La cosa mi è sempre sembrata strana, una donna bella come lei dovrebbe essere piena di corteggiatori, invece, lei si limita sempre a sminuire la cosa durante i discorsi e tutti lasciano perdere.
Noi andiamo molto d’accordo, mi è sempre stata simpatica, sono rimasta affascinata da lei fin da subito, ricordo ancora quando mio marito me l’ha presentata, l’ho guardata negli occhi ed ho provato un brivido alla schiena.
Cose che possono capitare, ma quando succedono a una come me, bisessuale, che ha sempre camminato su un filo in equilibrio tra uomini e donne, di certo non è un segnale che resta indifferente.
Continua la lettura di Moglie tradisce la sorella lesbica

Il culo si ma se mi paghi il doppio

Questa è la storia di Giampiero e del suo rapporto con le donne. Sposato e separato da tre anni ha una ex moglie e due figlie a cui pagare gli alimenti ogni mese e con il suo stipendio di impiegato amministrativo è veramente difficile arrivare a fine mese. Sapete quelle storie di corna in cui il marito scopre la tresca della moglie e per una inspiegabile alchimia legale non solo non ha l’affidamento dei figli ma deve anche cedere la casa alla ex moglie. Una situazione come tante ma che per alcuni diventa veramente insostenibile. Ecco che Giampiero è costretto a rispolverare i suoi studi fatti all’alberghiero e trova lavoro come cameriere in un ristorante della sua zona. Soltanto il sabato e la domenica però .

Ma già è qualcosa. Magari si riesce ad arrivare a fine mese . Una vita la sua molto difficile fatta di tante inculate subite. Ma lui è forte e va avanti.
La mattina quindi in ufficio e il fine settimana al ristorante. La vita difficile di Giampiero comincia a stabilizzarsi. L’uomo si abitua a tutto ed anche alle inculate della vita.
Una sera di fine luglio, un sabato per l’esattezza, Giampiero sta lavorando ai tavoli del ristorante. Lui è uno molto preciso e puntuale ed ormai i clienti abituali hanno avuto modo di apprezzare le sue doti nel servizio al tavolo. Molto gentile ed educato ha sempre una parola dolce per i suoi clienti. Ma ecco che arriva al locale uno degli imprenditori più importanti della città.
Continua la lettura di Il culo si ma se mi paghi il doppio

Studentessa universitaria molto troia

Elena ha 22 anni, le sue giornate passano tra l’università, lo studio e le uscite con gli amici. Figlia unica, è sempre stata abituata ad avere tutto e subito a causa di genitori troppo accondiscendenti.
Sarà forse questo il motivo che la spinge a volere sempre di più, soprattutto quando si tratta di dover soddisfare le proprie esigenze. E’ una bella ragazza, non molto alta, capelli lunghi neri che le cadono sulle spalle, occhi scuri, labbra carnose, seno prosperoso e tutte le curve al punto giusto.

Fin da quando andava al liceo non aveva mai avuto problemi ad avere un ragazzo, i più carini le correvano dietro, lei a volte ne frequentava più di uno contemporaneamente e poi decideva quale tenersi, insomma, amava sperimentare e provare cose nuove.
Ultimamente sembrava aver perso interesse per i ragazzi della sua età, non la soddisfavano abbastanza, sentiva il bisogno di qualcosa di più e quel qualcosa lo aveva trovato nel migliore amico del padre: Andrea.
Andrea è un uomo d’affari di 42 anni, bello ed affascinante, uno che ama tenersi in forma, occhi azzurri e capelli brizzolati, sempre in giacca e cravatta e ben curato, il classico uomo che piace alle donne ma che non ha nessuna intenzione di sistemarsi.
Continua la lettura di Studentessa universitaria molto troia

Una bella scopata con mia sorella

Questa mattina ho deciso di restare a casa, l’università può fare a meno di me per un giorno, ho bisogno di rilassarmi e di approfittare del fatto che in casa non c’è nessuno, i miei sono fuori per lavoro e mia sorella tornerà stasera sul tardi.
Mi rilasso davanti al mio pc, metto un po’ di musica ed inizio a selezionare qualche video porno da vedere, finalmente posso farmi una bella sega in pace senza la preoccupazione che qualcuno possa entrare improvvisamente in stanza.

Dopo aver scelto il video, mi apro i pantaloni e tiro fuori il mio cazzo, inizio a muoverlo mentre sullo schermo scorrono le immagini di una ragazza che fa un pompino ad uno più grande di lei. La stanza si riempie dei gemiti dei due protagonisti del video, la mia asta sta diventando sempre più dura ma sono costretto a bloccarmi. Sento dei rumori al piano di sotto, lo rimetto nei pantaloni e spengo il video, dopo qualche secondo compare sulla porta di camera mia sorella.
“Anna cosa ci fai qui? Non dovevi tornare stasera?”
“I miei progetti sono saltati e sono tornata…Tu piuttosto perché non sei all’università?”
“Non mi andava…”
Mi guarda i pantaloni e si accorge della mia erezione, la vedo sorridere maliziosamente pronta a sfottermi.
“Ti andava di toccarti l’uccello?”
“Toccamelo tu…”
“Idiota”
Detto questo esce e va in camera sua, dopo qualche minuto ripassa per il corridoio avvolta solo da un asciugamano. Si ferma, io ho fatto ripartire il video e mi sto toccando da sopra i pantaloni, la vedo avvicinarsi.
Continua la lettura di Una bella scopata con mia sorella