Archivi categoria: Etero

La signora anziana si scopa un ragazzo

Ero in giro con la mia cagnetta quando , nei pressi di un supermercato vicino casa mia incontrai la mia vicina di casa Giorgia, una donna sulla cinquantina ben portata, curata, coi capelli castano chiari, gli occhi azzurri, alta pressappoco 1,55 centimetri, un p’ robusta e, ed e’ questa la cosa che più destava l’attenzione di chi la guardava, una quinta abbondante di seno.

Dopo i convenevoli di rito e dopo aver parlato del più e del meno, la signora Giorgia mi chiese un favore: suo marito Luciano le aveva portato a casa un lettore dvd di ultima generazione abbinato ad un televisore ad alta definizione e, siccime sia lei che suo marito ignoravano i vari collegamenti da fare ed il setup per far funzionare il tutto, conoscendo la mia naturale passione per l’elettronica, mi chiese gentilmente se potevo darle una mano, cosa che io accettai con entusiasmo, non fosse altro per guardare da vicino quel mega seno che la signora Giorgia si ritrovava e cosi rimanemmo che sarei andato a casa sua nel primo pomeriggio. La signora Giorgia mi aveva sempre affascinato ed era lei, nonostante la matura età, la musa ispiratrice di tutte le mie masturbazioni.
Continua la lettura di La signora anziana si scopa un ragazzo

Il pennello a spruzzo

Sono Antonio ho 52 anni e il racconto che sto per descrivere risale a molti anni fa, quando di anni ne avevo 15.Erano gli anni delle grandi seghe e le ragazze di quel tempo se non avevi uno straccio di macchina(dove scopare),non ti prendevano neppure in considerazione.Era triste vedere fanciulle compagne di scuola e molto carine,uscire con ragazzi delle superiori solo per il fatto che avevano la patente e si facevano prestare la macchina dai propri genitori con lo scopo di trombarsi ragazzine di 15-16 anni.

Io e i miei compagni,avevamo solo la bicicletta,quindi non avevamo alcuna speranza.Il fatto avvenne in primavera: mio padre aveva acquistato una casetta in montagna per pochi soldi,ma bisognava ristrutturarla.
Dopo il restauro bisognava tinteggiare le pareti e allora incaricò un suo collega che a tempo perso faceva l’imbianchino.Era disponibile solo la Domenica e dopo essersi messi d’accordo per quale domenica andare su,fatalmente a mio padre prese la febbre,allora disse a mia madre di accompagnarlo insieme a me.
Continua la lettura di Il pennello a spruzzo

Hai voluto la bicicletta…ora pedala

Sono Lisa,25 anni,occhi neri e capelli biondi,1,68 di altezza x 63 kg,seno non tanto prosperoso(seconda misura)e lato b invidiabile.Amiche che hanno raccontato qui pubblicamente loro esperienze ,mi hanno esortato a raccontare la mia piuttosto recente.Mi sono sposata alla fine dello scorso Giugno(dopo un lungo fidanzamento), con Enzo,conosciuto sui banchi di scuola.

Mi vergogno un poco a dovere raccontare con dovizia di particolari questa storia,ma sono invogliata dalle amiche più spregiudicate di me.Dopo la cerimonia, partimmo per il viaggio di nozze,che devo dire,fu incantevole ,naturalmente ornato da scopate favolose.L’unico rammarico era che praticavamo il coito interrotto,anche se consapevoli che non era sicuro ad escludere una gravidanza,ma io ero intollerabile alla pillola,ed Enzo era contrario al preservativo. Di comune accordo,prima di avere un figlio, volevamo goderci un periodo di tranquillità,di spassarcela insomma.
L’ultima settimana di nozze,come regalo,eravamo stati invitati da uno zio di Renzo in alta Valtellina,suoi ospiti in un albergo che gestiva con la moglie e due figli.Appena scesi dalla macchina nel cortile dell’hotel,trovammo un freddo terribile :eravamo a 6 gradi,ed eravamo a Luglio!!!Fummo accolti calorosamente dagli zii e dai cugini di Enzo che io ancora non conoscevo, ma li trovai tutti simpatici.
Continua la lettura di Hai voluto la bicicletta…ora pedala

Scopata in discoteca

Vi è mai capitato di scopare in discoteca? A me sì è vi assicuro che si tratta di un esperienza incredibile, amplificata dalla musica alta e dalla quantità di alcool che avete ingurgitato. Erano giorni ormai che puntavo una tipa che mi piaceva tantissimo, ma non sapevo ancora come e quando fare l’approccio: sapevo che non era una ragazza molto difficile, ma non era nemmeno una che la dava via a tutti, quindi ero in cerca di uno stratagemma per riuscire ad appartarmi con lei. Di vista ci conoscevamo e ci salutavamo anche, visto che frequentiamo praticamente gli stessi posti, ma non si era mai andati oltre ad un “ciao” buttato lì: la ragazza, che si chiama Barbara, lavora come commessa in un negozio di abbigliamento di una marca molto conosciuta, dove io vado spesso per comprare qualche capo.

Lei è veramente bona con un paio di tette grosse e dure: come faccio a sapere che sono dure? Semplice, perché non sballonzolano quando cammina sculettando: sì perché lei sculetta in una maniera talmente arrapante che ti fa drizzare l’uccello. Eravamo alle tette belle dure, un culo da favola, anche questo bello tosto, gambe lunghe, capelli corti biondi ed un visino niente male, con grandi occhi celesti.
Continua la lettura di Scopata in discoteca

La sega fatta da mia cugina troia

Mia cugina Amalia doveva finalmente tornare nella sua città d’origine per trascorrere le vacanze di Pasquale insieme. Io e lei abbiamo da sempre un rapporto speciale. Siamo coetanei, siamo letteralmente cresciuti insieme ed abbiamo fatto insieme esperienze che solitamente si fanno con altre persone. Il suo primo rapporto sessuale lo ha avuto proprio con me. Lei si era fidanzata a 16 anni con un ragazzo più grande che cercava in ogni modo di portarla a letto.

Formosa da ragazzina, bella e sempre sorridente non passava di certo inosservata. Ricordo che un giorno venne da me e mi chiese come avrebbe dovuto comportarsi con il suo fidanzato.
Non aveva mai fatto sesso e la cosa la preoccupava molto. Iniziammo così a parlare e nonostante le dicessi di essere sè stessa e di godersi l’attimo, lei non riusciva a capire perchè fosse così speciale e bello avere un rapporto sessuale.
Continua la lettura di La sega fatta da mia cugina troia