Archivi categoria: Prime esperienze

Il pennello a spruzzo

Sono Antonio ho 52 anni e il racconto che sto per descrivere risale a molti anni fa, quando di anni ne avevo 15.Erano gli anni delle grandi seghe e le ragazze di quel tempo se non avevi uno straccio di macchina(dove scopare),non ti prendevano neppure in considerazione.Era triste vedere fanciulle compagne di scuola e molto carine,uscire con ragazzi delle superiori solo per il fatto che avevano la patente e si facevano prestare la macchina dai propri genitori con lo scopo di trombarsi ragazzine di 15-16 anni.

Io e i miei compagni,avevamo solo la bicicletta,quindi non avevamo alcuna speranza.Il fatto avvenne in primavera: mio padre aveva acquistato una casetta in montagna per pochi soldi,ma bisognava ristrutturarla.
Continua la lettura di Il pennello a spruzzo

Inculato da una transessaule sulla spiaggia

Era una sera di agosto, era il mio primo giorno di vacanza e avendo guidato tutto il giorno non vedevo l’ora di fare una doccia e poi dormire. Ero appena uscito dalla doccia rilassato e con la sola voglia di mettermi a letto per essere pronto ad una giornata di mare, quando mi chiama un amico della zona per invitarmi a una serata in un lido. Con poca voglia accetto, piú per salutarlo che per reale voglia di far tardi, mi vesto, ma senza troppo impegno, giusto una camicia e un jeans.

Arriviamo alla festa e devo dire che mi sono subito ricreduto, bella musica e bella gente, tutti a piedi nudi a ballare sulla spiaggia. Vado diretto al bar e mando giù un paio di cuba libre e uno shot di tequila. Ordino 2 bicchieri di spumante e inizio a camminare tra la gente lanciando sguardi e sorrisi a tutte le ragazze. Una bellissima mora alta e snella ricambia e io prontamente le passo un bicchiere e brindiamo, mentre lei ancora beve, le passo alle spalle e la stringo al mio bacino. Senza battere ciglio, inizia a cercare il mio cazzo con il suo culo e iniziamo a ballare così avvinghiati.
Continua la lettura di Inculato da una transessaule sulla spiaggia

Sesso a pagamento con uomini davanti alla webcam

In Italia le cose andavano molto bene. Le lingue e i popoli stranieri sono da sempre stata la mia passione e così avevo deciso di trasformarla nel mio lavoro. A 25 anni mi sono laureata in scienze linguistiche e fu proprio una volta uscita dall’università che venni a conoscenza della possibilità di fare uno stage linguistico di un anno in Spagna.

La terra catalana mi aveva da sempre affascinato e vogliosa di approfondire la lingua e conoscere un nuovo posto accettai questa nuova sfida. L’alloggio era uno di quegli appartamenti affittati da condividere con gli altri studenti dello stage. Dopo un oretta di cammino dall’aeroporto giunsi in prossimità di quell’appartamento e mi accorsi che avrei dovuto condividere quella casa con tre ragazzi, due italiani ed uno svedese.
All’inizio ero abbastanza preoccupata e spaventata dall’idea di vivere da sola assieme a tre ragazzi giovanissimi con gli ormoni a mille, ma poi mi accorsi che tutto sommato erano simpatici e sembravano tutti dei bravi ragazzi.
Continua la lettura di Sesso a pagamento con uomini davanti alla webcam

Il collezionista di mutandine

Un paio di anni fa,di ritorno da Milano con la mia famiglia,moglie di 35 anni,figlia di 14 e un maschio di 16,mi fermai presso un autogrill in riviera ligure.Dopo la sosta riprendemmo il viaggio verso casa,nella riviera dei fiori.Premetto che con mia moglie c’è una intesa sessuale totalmente libera,pratichiamo lo scambio di coppia e siamo alla perenne ricerca di esperienze sessuali appaganti per entrambi.

Giunti a casa,senza essere visto dai miei figli,feci vedere a mia moglie Daniela,una foto scattata col mio cellulare, di una scritta contro la porta della toilette che riportava:Vuoi vedere la tua donna scopare e godere con un vero superdotato?Telefona al N……..si assicura pulizia e sanità certificata.”Cosa ne dici”dissi a Daniela,lei ci pensò un poco,e poi rispose:”E perchè no?Prova a chiamare,magari è solo uno scherzo verso qualcuno.”Il giorno dopo,senza i figli per casa,composi il numero sconosciuto e dopo diversi squilli, quando stavo per riattaccare , una voce maschile chiese chi fossi.Risposi con una domanda:chiesi se sapeva che quel numero era sulla porta di una toilette sull’autostrada.L’uomo confermò ,e mi chiese se ero intenzionato ad accettare quell’invito inusuale.Replicai positivamente,allora iniziarono le domande che mi aspettavo:come era mia moglie, quanti anni, capelli,occhi,altezza, seno.
Continua la lettura di Il collezionista di mutandine

Sesso con la transessuale vicina di casa

Una notte allungo il giro guardare qualche trans, immaginando cosa potesse provare un uomo ad andare con una simile creatura. Giunto nelle vicinanze di casa parcheggio la macchina e mi incammino verso il portone. Infilo la chiave, apro la porta e raggiungo l’ascensore al piano rialzato ed aspetto sperando che non sia fuori servizio un’altra volta.

Mentre aspetto che arrivi sento aprire la porta e intravedo l’ombra di qualcuno fermo davanti alle cassette della posta. Finalmente l’ascensore arriva ed entro, ma non appena le porte stanno per chiudersi arriva Luana, una bellissima trans brasiliana alta, con occhi scuri e capelli lunghissimi, che mi chiede di entrare. Sento il cuore in gola mentre l’ascensore inizia a salire e quasi faccio fatica a deglutire. Luana deve essersi accorta del mio imbarazzo e mi chiede se è la prima volta per me. Imbarazzatissimo balbetto e le chiedo di ripetere e lei con disinvoltura apre lo spolverino da dove si intravvedevano lunghi stivali di pelle nera, una minigonna e un corpetto anch’essi di pelle nera, ripetendo se era la prima volta che vedevo una trans.
Continua la lettura di Sesso con la transessuale vicina di casa