Archivi tag: inculata

La transessuale ed il negro superdotato

L’appuntamento era con un bel negrone americano, al quale una cara amica ha fatto vedere le mie foto nell’eventualità di un incontro. L’appartamento è quello di un amico di lei che a volte quando è via glielo impresta per le sue porcate.

Jesse lo ha conosciuto in un locale frequentato da americani, lui è un ingegnere e quando mi ha fatto vedere le foto che gli ha scattato con il cellulare sono rimasta colpita: un bel negrone di 1.90 di altezza piuttosto robusto e in sovrappeso che lasciava presagire altrettanta generosità di cazzo. Abbondanza confermata dalla mia cara amica che l’ha collaudata in un menage a trois qualche settimana prima: l’ha tampinato per un po’ per capire il suo atteggiamento verso creature come me e ha avuto una conferma visto che a lui non frega chi si deve scopare, basta che non abbia peli e che non provi a incularlo. Continua la lettura di La transessuale ed il negro superdotato

Una scopata con la escort transessuale

Sono un uomo sposato di 43 anni, padre di due figli e con una moglie perfetta.la mia vita scorre tranquilla e senza troppe sorprese. Devo dire che non mi posso lamentare. Quello che voglio confessare in questo mio breve racconto è un episodio accaduto qualche tempo fa.
Ero con un mio amico a parlare del più e del meno in uno dei pomeriggi dopo l’orario di ufficio e prima di rincasare. Una discussione come tante altre fino a quando lui usci un discorso molto particolare.

Aveva visto un sito di incontri con escort e nello specifico aveva cominciato a declamare le doti fisiche della sezione trans del sito. Mi diceva che le trans erano tutte bellissime. Delle vere gnocche da paura. Se avesse avuto la possibilità ci sarebbe andato molto volentieri con una di quelle transessuali operate brasiliane con il culo da sballo e delle enormi bocce rifatte. Mi diede il nome del sito per dargli un’occhiata e poi,magari,per commentare assieme a lui l’indomani.
Io non diedi molta importanza alla cosa ; mi infilai il bigliettino con l’indirizzo e tornai a casa. Dopo cena,però, la mia curiosità si accese come una candelina al buio. Una piccola luce iniziale che poi divenne via via più forte e vivida. Volevo conoscere quel mondo a me completamente sconosciuto. Sono sempre stato etero e lo sono ancora ma la trasgressione di un genere sessuale diverso mi fece andare al pc e digitare quell’indirizzo internet.
Una vera scoperta quella sera. Continua la lettura di Una scopata con la escort transessuale

Un incontro particolarmente eccitante

Avevo davvero molta voglia di scopare quella sera, mi ero lasciato con la mia ragazza da un paio di settimane, siamo stati insieme un anno ma le cose non funzionavano già da qualche mese, non era la persona adatta a me.
Ero stato attratto da lei fin da subito, ma l’attrazione era puramente fisica, mi piaceva un sacco e a letto avevamo intesa, quella che ci mancava nella vita di tutti i giorni.

Ho sopportato tutto pensando di farcela e convincendomi che il sesso poteva bastare, la verità è che ero arrivato al punto che mi svegliavo la mattina e mi pesava perché avrei dovuto vederla, insomma, era diventata un peso durante il giorno e un caldo sfogo la notte.
Le cose si sono rotte quando abbiamo smesso di fare sesso, lei si sentiva usata, non voleva più concedersi a me, io mi sentivo frustrato, non solo dovevo sopportare il suo carattere difficile ma non potevo nemmeno sfogare sessualmente, così l’ho lasciata e ora mi sento finalmente libero.
Come dicevo, quella sera, un sabato sera, sentivo il bisogno fisico di scopare, desideravo ardentemente infilare il mio cazzo nella figa di una bella ragazza, per questo motivo decisi di uscire con degli amici per andare a bere qualcosa in un locale.
Quello era il posto giusto per trovare una bella gnocca da portare a letto, la serata iniziò con un paio di birre e qualche chiacchiera, ogni tanto mi guardavo intorno, non c’era nessuna che attirasse la mia attenzione.
La serata era quasi finita, un po’ deluso uscii fuori al locale per fumare una sigaretta, fu li che incontrai Natasha, une bella ragazza, alta, coi capelli rossi e gli occhi verdi, stava fumando, così le chiesi se aveva da accendere e alla fine tra una chiacchiera e l’altra, la convinsi a venire con me. Continua la lettura di Un incontro particolarmente eccitante

Il trombatore seriale ama farlo strano

Lo ammetto, sono un tipo strano. Apparentemente non ho nulla che non va, sono un impiegato modello di una ditta di trasporti, sono molto ligio al dovere e vado a lavorare anche con la febbre alta.
Sono stato sposato per 12 anni, poi mia moglie, che amavo tantissimo, è morta in un tragico incidente stradale.
Ho avuto uno shock incredibile che mi avrà scombussolato, fatto sta che, dinanzi al corpo inerme della mia amata moglie, il dolore immenso si è trasformato in un imbarazzante quanto esuberante eccitazione.

Tutto è iniziato da quel momento.
Da allora non riesco a fare sesso se non con donne che sono morte o che sembrano tali. Infatti non essendo materialmente possibile fare sesso con una morta se non vuoi fare una visita all’obitorio, lo stratagemma consiste nello scopare donne che fanno finta di essere morte.
Chiaramente quando inizio una relazione, appena il mio partner viene a conoscenza della mia fissazione, quasi sempre mi lascia in tronco ma devo dire che, quando trovo la donna giusta, anche lei trova particolarmente eccitante la situazione.
Qualche mese fa avevo incontrato una biondina tutto pepe con cui era scattato un bellissimo feeling.
Usciamo per un po e, al momento di fare sesso gli rivelo il mio segreto.
Continua la lettura di Il trombatore seriale ama farlo strano

Un incontro particolarmente eccitante

Avevo davvero molta voglia di scopare quella sera, mi ero lasciato con la mia ragazza da un paio di settimane, siamo stati insieme un anno ma le cose non funzionavano già da qualche mese, non era la persona adatta a me.
Ero stato attratto da lei fin da subito, ma l’attrazione era puramente fisica, mi piaceva un sacco e a letto avevamo intesa, quella che ci mancava nella vita di tutti i giorni.

Ho sopportato tutto pensando di farcela e convincendomi che il sesso poteva bastare, la verità è che ero arrivato al punto che mi svegliavo la mattina e mi pesava perché avrei dovuto vederla, insomma, era diventata un peso durante il giorno e un caldo sfogo la notte.
Le cose si sono rotte quando abbiamo smesso di fare sesso, lei si sentiva usata, non voleva più concedersi a me, io mi sentivo frustrato, non solo dovevo sopportare il suo carattere difficile ma non potevo nemmeno sfogare sessualmente, così l’ho lasciata e ora mi sento finalmente libero.
Come dicevo, quella sera, un sabato sera, sentivo il bisogno fisico di scopare, desideravo ardentemente infilare il mio cazzo nella figa di una bella ragazza, per questo motivo decisi di uscire con degli amici per andare a bere qualcosa in un locale.
Quello era il posto giusto per trovare una bella gnocca da portare a letto, la serata iniziò con un paio di birre e qualche chiacchiera, ogni tanto mi guardavo intorno, non c’era nessuna che attirasse la mia attenzione.
Continua la lettura di Un incontro particolarmente eccitante