Archivi tag: pompinara

Scopata in discoteca

Vi è mai capitato di scopare in discoteca? A me sì è vi assicuro che si tratta di un esperienza incredibile, amplificata dalla musica alta e dalla quantità di alcool che avete ingurgitato. Erano giorni ormai che puntavo una tipa che mi piaceva tantissimo, ma non sapevo ancora come e quando fare l’approccio: sapevo che non era una ragazza molto difficile, ma non era nemmeno una che la dava via a tutti, quindi ero in cerca di uno stratagemma per riuscire ad appartarmi con lei. Di vista ci conoscevamo e ci salutavamo anche, visto che frequentiamo praticamente gli stessi posti, ma non si era mai andati oltre ad un “ciao” buttato lì: la ragazza, che si chiama Barbara, lavora come commessa in un negozio di abbigliamento di una marca molto conosciuta, dove io vado spesso per comprare qualche capo.

Lei è veramente bona con un paio di tette grosse e dure: come faccio a sapere che sono dure? Semplice, perché non sballonzolano quando cammina sculettando: sì perché lei sculetta in una maniera talmente arrapante che ti fa drizzare l’uccello. Eravamo alle tette belle dure, un culo da favola, anche questo bello tosto, gambe lunghe, capelli corti biondi ed un visino niente male, con grandi occhi celesti.
Continua la lettura di Scopata in discoteca

La biologa marina accetta un compromesso

Mi chiamo Valeria e sono una giovane ricercatrice . Una biologa marina che ha scelto di fare della propria vita una esperienza di studio e di ricerca. Non per questo ho depresso e represso la mia femminilità,anzi. Sono sempre stata una ragazza molto attiva dal punto di vista dei miei rapporti interpersonali.

Soprattutto con gli uomini non mi sono mai fatta mancare nulla. Oggi, alla soglia dei 35 anni mi ritrovo con una carriera in piena espansione ed una vita sentimentale fatta di tante relazioni occasionali ma nulla di duraturo e nessun uomo con cui pensare di costruire un futuro. In fondo la libertà è una conquista difficile da abbandonare se non per un uomo per cui ne valga la pena.
Continua la lettura di La biologa marina accetta un compromesso

Studentessa universitaria molto troia

Elena ha 22 anni, le sue giornate passano tra l’università, lo studio e le uscite con gli amici. Figlia unica, è sempre stata abituata ad avere tutto e subito a causa di genitori troppo accondiscendenti.
Sarà forse questo il motivo che la spinge a volere sempre di più, soprattutto quando si tratta di dover soddisfare le proprie esigenze. E’ una bella ragazza, non molto alta, capelli lunghi neri che le cadono sulle spalle, occhi scuri, labbra carnose, seno prosperoso e tutte le curve al punto giusto.

Fin da quando andava al liceo non aveva mai avuto problemi ad avere un ragazzo, i più carini le correvano dietro, lei a volte ne frequentava più di uno contemporaneamente e poi decideva quale tenersi, insomma, amava sperimentare e provare cose nuove.
Ultimamente sembrava aver perso interesse per i ragazzi della sua età, non la soddisfavano abbastanza, sentiva il bisogno di qualcosa di più e quel qualcosa lo aveva trovato nel migliore amico del padre: Andrea.
Andrea è un uomo d’affari di 42 anni, bello ed affascinante, uno che ama tenersi in forma, occhi azzurri e capelli brizzolati, sempre in giacca e cravatta e ben curato, il classico uomo che piace alle donne ma che non ha nessuna intenzione di sistemarsi.
Continua la lettura di Studentessa universitaria molto troia

Sesso all’insaputa della mia ragazza

Non lo sapeva, non lo avrebbe mai immaginato, eravamo amiche, solo amiche, questo è quello che sapeva fin dall’inizio.
Le avevo presentato Marta un giorno per caso, non era stata una mia scelta ma lei me lo aveva quasi imposto, voleva sapere con chi mi vedevo al di fuori della solita cerchia.
Aveva questa mania di dover sempre controllare tutto, anche con chi uscivo ed era una cosa che aveva iniziato a pesarmi molto.

Io e Laura stavamo insieme da quasi sei anni, un rapporto lungo, non avrei mai creduto di poter star così tanto con una persona, eppure con lei era successo, non l’avevo mai tradita fin quando non ho conosciuto Marta.
In realtà non era mia intenzione scoparmi Marta, volevo solo una buona amica e lo era stata, ma il nostro rapporto aveva preso una piega che non mi sarei mai aspettata e un giorno siamo finite a scopare sul letto della mia casa al mare.
Una scopata pazzesca, un’intesa che non avevo mai avuto nemmeno con la mia ragazza, era scattato qualcosa, un’attrazione che mi spingeva verso di lei, bastava un attimo e mi lasciavo andare ai suoi baci, la sua lingua scivolava sul mio corpo e finiva nella mia figa e ci restava.
Continua la lettura di Sesso all’insaputa della mia ragazza

La giornata tipo di una ninfomane

Mi chiamo Sonia, ho 44 anni e sono una ninfomane.
Quando avevo 13 anni ho cominciato a masturbarmi prima usando le dita poi tutto quello che mi capitava a tiro.
Ogni giorno mi sveglio ed il mio unico pensiero è soddisfare la mia voglia di sesso, una voglia irrefrenabile che mi fa stare malissimo sino a quando non riesco a realizzarla.

La mattina mi alzo presto, una bella doccia e mi masturbo dolcemente sotto l’acqua calda, la mia mano ormai si muove da sola, accarezzo il clitoride come un gattino intirizzito e mi strizzo i capezzoli mentre vengo sotto un fiume di acqua bollente.
Esco presto e vado a caccia. Ogni luogo può essere buono, un parco, una biblioteca, un ufficio postale.
Punto la mia preda, la circuisco e me la mangio.
Continua la lettura di La giornata tipo di una ninfomane