Archivi tag: zoccola matura

La signora anziana si scopa un ragazzo

Ero in giro con la mia cagnetta quando , nei pressi di un supermercato vicino casa mia incontrai la mia vicina di casa Giorgia, una donna sulla cinquantina ben portata, curata, coi capelli castano chiari, gli occhi azzurri, alta pressappoco 1,55 centimetri, un p’ robusta e, ed e’ questa la cosa che più destava l’attenzione di chi la guardava, una quinta abbondante di seno.

Dopo i convenevoli di rito e dopo aver parlato del più e del meno, la signora Giorgia mi chiese un favore: suo marito Luciano le aveva portato a casa un lettore dvd di ultima generazione abbinato ad un televisore ad alta definizione e, siccime sia lei che suo marito ignoravano i vari collegamenti da fare ed il setup per far funzionare il tutto, conoscendo la mia naturale passione per l’elettronica, mi chiese gentilmente se potevo darle una mano, cosa che io accettai con entusiasmo, non fosse altro per guardare da vicino quel mega seno che la signora Giorgia si ritrovava e cosi rimanemmo che sarei andato a casa sua nel primo pomeriggio. La signora Giorgia mi aveva sempre affascinato ed era lei, nonostante la matura età, la musa ispiratrice di tutte le mie masturbazioni.
Continua la lettura di La signora anziana si scopa un ragazzo

Signora disinibita di 40 anni ama scopare con uomini single e sposati

Sono una signora molto disinibita, ho quarant’anni e non mi vergogno di dire che vivo la mia sessualità liberamente, mi piace fare sesso e non con una sola persona, per questo motivo ho deciso di non sposarmi, voglio godermi tutto senza dovermi preoccupare di legami.
Al lavoro sono ben vista dai miei colleghi maschietti, un po’ meno dalle mogli che hanno sempre paura che io possa scopare con uno di loro, la verità è che ho deciso di vivere liberamente la sessualità, non di rubare il marito alle altre.

mature-anal-slut-porn-pics

Molte mi giudicano male, forse anche per via del mio aspetto sempre molto curato, non esco di casa senza tacchi e minigonna, mi piace essere sensuale e anche sedurre gli uomini, ma non quelli delle altre.
In effetti non ho mai scopato con un uomo impegnato, questa è sempre stata la mia regola, sesso libero ma solo con single, questo è quello che credevo finché non ho conosciuto Mattia.
Ci siamo incontrati un giorno per caso mentre facevo la spesa al supermercato, io non arrivavo a uno scaffale, lui si è avvicinato e mi ha aiutato, aveva una voce calda e profonda, quando ho incrociato il suo sguardo ho sentito le gambe tremare, era molto bello.
È stato spontaneo scambiare due battute, lui si guardava intorno come se volesse controllare di non essere visto da occhi indiscreti, quel gesto mi fece capire che era un uomo impegnato, avrei dovuto allontanarmi subito ma per la prima volta non ho resistito.
Mi ha subito chiesto di prendere un caffè insieme, ho accettato e dopo aver pagato entrambi la spesa, ci siamo allontanati con la sua auto e ci siamo fermati un po’ fuori dal centro, dopo mezz’ora di chiacchiere, eravamo già sul punto di passare ai fatti.
Era nata una strana attrazione, fin dal primo sguardo era scattato qualcosa, a chi non è capitato almeno una volta nella vita? Stavo andando contro la mia regola, ma era un uomo troppo sexy e quella chimica non potevo ignorarla, così ho accettato di allontanarmi con lui.
Siccome, era chiaro il motivo del nostro allontanarci, gli ho proposto di andare a casa mia, dove avremmo avuto il tempo di fare qualsiasi cosa con calma e senza preoccuparci di essere visti, lui ha accettato senza nemmeno pensarci.
Arrivati a casa, gli ho versato da bere, sono andata in bagno a rinfrescarmi, quando sono tornata, indossavo solo della biancheria intima di pizzo nera e dei tacchi vertiginosi, lui mi ha sorriso, ha buttato giù il drink che gli avevo offerto e si è avvicinato.
Mi ha detto che sua moglie non si metteva così per lui da anni, la cosa mi eccitava, l’ho spinto verso il divano del salotto, si è seduto, ho deciso di sedermi a cavalcioni su di lui per fargli sentire la mia figa sfregare contro il cazzo dai pantaloni e consentirgli una visuale migliore delle mie tette.
Mentre mi sfregavo, sentii il suo cazzo durissimo, si stava eccitando molto, forse lo era sempre stato, aveva il cazzo grosso, lo sentivo, proprio come piaceva a me.
Mi sono scostata e gli ho fatto togliere la maglia che indossava, il suo fisico scolpito mi eccitò di più, lo baciai sul collo, poi sul petto e lentamente, con la lingua, tracciai un percorso fino alla zip dei pantaloni.
Gli stirai fuori il cazzo, non mi ero sbagliata, era bello grosso e anche duro, leccai la punta della cappella, sentii il suo sapore invadermi la bocca e la lingua, lo presi tutto dentro, lo spompinai, mi mise una mano dietro la testa e mi spinse per prenderlo di più.
Quel gesto mi piacque, faceva un po’ di forza ma mi lasciava libero di succhiare come volevo, lo lavorai con la bocca e la lingua per bene, non riuscivo a prenderlo proprio tutto, era troppo lungo, pensavo a come sarebbe stato sentirlo nella figa.
Mi fece stendere sul divano, dopo qualche secondo mi ritrovai la sua lingua nella figa, mi leccava il clitoride, faceva movimenti circolari, poi lo succhiava, ci sapeva fare, infilò anche due dita dentro il mio buchetto completamente bagnato, per lui fu facile entrare e scoparmi in quel modo.
Quando ero bagnata al punto giusto, mi salì addosso, eravamo completamente nudi, mi succhiò i capezzoli, poi il suo cazzo entrò lentamente dentro di me, lo presi tutto e mi piacque da morire, fin da subito mi scopò violentemente.
Stavo con le gambe apertissime e lui ci dava dentro, sbatteva veloce, affondava il cazzo senza darmi tregua, la stanza era piena dei miei urli e dei miei gemiti, a un certo punto si fermò solo per farmelo succhiare ancora, mi mise a pecorina e mi sfondò da dietro, mi aggrappai al bracciolo del divano, lui sembrò solo voler aumentare il ritmo.
Mi chiese, come un sussurro, se poteva mettermelo nel culo o meno, era un po’ grosso ma avrei sicuramente provato molto piacere, ormai non mi volevo perdere niente, così aprii le gambe e lo presi, mi sentii rompere il buchetto, al dolore iniziale si presentò un piacere crescente, più mi scopava e più sentivo che volevo essere sbattuta più forte. Più lo prendevo dentro e più desideravo che mi entrasse e mi facesse male, ormai ero totalmente in estasi, godevo come non mi capitava da tempo.
Mi ha davvero sbattuta per bene, non ricordo nemmeno tutte le posizioni che abbiamo fatto durante il sesso, ma ho ben presente i miei forti orgasmi e il suo, quando mi ha letteralmente inondato le tette di sperma caldo, un getto grosso che mi ha bagnato anche il mento, leccarlo via e ingoiarlo è venuto spontaneo.
Insomma, dopo averci scopato mi sono convinta che è valsa la pensa andare per una volta contro le mie stesse regole e non è detto che a questo punto non lo farò ancora, se dovessi trovare altra sintonia sessuale così forte con un altro uomo impegnato.

Autore: Biagio B.